Curriculum Vitae del Dott. Andrea Moiso

CURRICULUM VITAE

Nome                                                ANDREA MOISO

Data di nascita                                 6 Marzo 1971

Comune di nascita                          Torino

Nazionalita’                                       Italiana                            

email                                             andrea.moiso@gmail.com

Studi, titoli accademici 

1997; Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Universita’ degli Studi di Torino, tesi di laurea “La colposospensione endoscopica del collo vescicale nell’incontinenza urinaria femminile da sforzo: indicazioni e risultati”, relatore Prof. A. Tizzani (votazione 102/110 con dignita’ di stampa)

1998; Abilitazione all’esercizio della professione medica presso l’Universita’ degli Studi di Torino (I sessione)

1998; Iscrizione all’Ordine dei Medici Chirurghi della provincia di Torino (n. 18384 del 6/7/1998) 

2001; Corso di Perfezionamento in Ecografia Andrologica presso l’Universita’ degli Studi di Pisa (Prof. G. Menchini Fabbris)

2002; Specializzazione in Urologia presso la Scuola di Specializzazione in Urologia dell’Universita’ degli Studi di Torino, tesi di specializzazione “Terapia extracorporea con onde d’urto nella Induratio Penis Plastica. Analisi di uno studio multicentrico randomizzato versus vitamina E.”, relatore Prof. A. Tizzani (votazione 70/70 e lode) 

2006; Master Universitario di II° livello in Andrologia Chirurgica presso Università degli Studi di Torino, tesi “La contraccezione maschile chirurgica (vasectomia): tecniche, revisione critica della letteratura ed esperienza personale”, relatore Prof. D. Fontana (votazione 110/110 e lode) 

Qualifiche professionali, stage formativi

1995; stage chirurgico presso il Department of Surgery Waterbury Hospital Health Centre,

1996; corso ATLS (Advanced Trauma Life Support) presso la Cattedra di Chirurgia d’Urgenza dell’Universita’ degli Studi di Torino (Prof. Olivero)

2005; Scuola Itinerante Europea in Andrologia – Stage Società Italiana di Andrologia con frequenza presso i centri andrologici di Belgrado (Prof. Perovic), Trieste (Prof. Belgrano), Milano (Prof. Austoni), Amburgo (Prof. Fisch)

2008, complteamneto del progetto "Tutor" (duranta 2 anni) sotto l'egida della Società Italiana di Andrologia (SIA) per l'implantologia protesica peniena

 

Sviluppo di carriera

1995-1997; Allievo Interno presso la UOADU Patologia Urologica, Ospedale “S. Giovanni Battista”, Torino

Novembre 1997 - Novembre 1999; Medico Specialista in formazione in Urologia presso la UOADU Urologia I, Ospedale “S. Giovanni Battista”, Torino

Dicembre 1999 - Novembre 2002; Medico Specialista in formazione in Urologia presso la UOA Urologia, ASL 17 Ospedale “SS. Annunziata”, Savigliano (CN)

Aprile 2002 - Marzo 2003; Medico del Servizio di Continuita’ Assistenziale Territoriale (Guardia Medica) presso la ASL 17

Aprile 2003 – Novembre 2003; Dirigente Medico incaricato presso UOA Urologia, ASL 17 Ospedale “SS. Annunziata”, Savigliano (CN)

Novembre 2003 – ad oggi; Dirigente Medico di ruolo presso SOC Urologia, ASL CN1 (ex ASL 15,16,17) Ospedale “SS. Annunziata”, Savigliano (CN)

Gennaio 2010 - ad oggi; Referente UroAndrologo presso la Struttura Semplice Riproduzione Umana Assistita ASL CN1 Ospedale "SS. Trinità", Fossano (CN)

 

Posizione attuale

Dirigente Medico presso la SC Urologia ASL CN1 con incarico dirigenziale di responsabilità dipartimentale (R Dip II) quale responsabile del Centro di Andrologia e Chirurgia Genitale Maschile per la ASLCN1

Referente UroAndrologo presso la SS Riproduzione Umana Assistita ASLCN1

Dal Dicembre 1999 al Marzo 2003 (come medico specialista in formazione) e, senza soluzione di continutà, dall’Aprile 2003 ad oggi come dirigente medico, ho sviluppato la mia carriera all’interno del SSN in ambito puramente ospedaliero. Presso la SC Urologia della ASLCN1 ho seguito, e tuttora seguo, tutti gli ambiti dell’urologia ospedaliera: routine clinica di reparto, attività ambulatoriale, guardie, reperibilità, sala operatoria. Con particolare riferimento all’attività chirurgica la mia esperienza è cresciuta negli anni lavorando in un contesto ospedaliero ove vengono realizzati una media di circa 1200 interventi urologici annuali, in particolare in campo endourologico, oncologico ed andrologico. L’attività andrologica è l’elemento che penso mi possa meglio definire e differenziare. Parallelamente e progressivamente ho acquisito competenze anche in ambito organizzativo e gestionale e, dall’inizio dell’anno 2009 ad oggi ho la gestione diretta delle rotazioni del personale medico nei servizi della SC in cui lavoro la gestione diretta e l’organizzazione della lista di attesa operatoria nonché dell’organizzazione diretta delle sedute operatorie. 

Campi d’interesse specifici e peculiarità

Dal 2004 ho iniziato a gestire l’attività andrologica della SOC Urologia della ASL 17 (attualmente ASL CN1). Progressivamente, anche a seguito di aggiornamenti professionali di notevole peso tecnico-scientifico quali la Scuola Europea di Andrologia organizzata da Società Italiana di Andrologia (SIA) e con il conseguimento del Master Universitario di II° livello in Andrologia Chirurgica diretto dal Prof. Dario Fontana, ho incrementato l'attività, in principio solo clinico-diagnostica, introducendo un notevole numero di tecniche chirurgiche per le problematiche andrologiche (disfunzione erettile, incurvamenti penieni, dimorfismi penieni) e per la patologia uretrale complessa (stenosi e malformazioni uretrali).

 

Attualmente il Centro di Andrologia e Chirurgia Genitale Maschile di cui ho la reposnabilità raccoglie pazienti sia della ASL CN1 sia pazienti provenienti dalle ASL confinanti nonchè da ASL liguri ed dispone di sedute operatorie dedicate cui concentrate la chirurgia andrologica orientata al:

  • trattamento chirurgico della disfunzione erettile (chirurgia dell’insufficienza venosa peninena, chirurgia protesica peninea);
  • trattamento chirurgico degli incurvamenti penieni (primitivi ed acquisiti);
  • chirurgia ricostruttiva uretrale (stenosi dell’uretra anteriore con tecniche ricostruttuve intempo unico e/o in due tempi con impiego di innesti autologchi);
  • chirurgia delle dismorfofobie peno-scrotali;
  • chirurgia del varicocele;
  • tecniche chirurgiche per il recupero degli spermatozoi;

 

In particolare, il Centro di Andrologia e Chirurgia Genitale Maschile è stato accreditato dalla Società Italiana di Andrologia quale Centro di Eccellenza per l'Implantologia Protesica Peniena.

Dal Gennaio del 2010 ho assunto la gestione dell’ambulatorio di Andrologia nel contesto della SS Riproduzione Umana Assistita della ASL CN1 (presso l’ospedale “SS. Trinità” di Fossano). Tale attività è stata quindi contestualizzata nell’ambito del Centro di Andrologia e Chirurgia Genitale Maschile di cui sopra che, attualmente, permette di valutare, diagnostica e gestire la quasi totalità delle patologie andrologiche e fungere da volano per la collaborazione mutlidisciplinare con ginecologi, psicossesuologi, laboratoristi, endocrinologi, radiologi ed anatomo patologi.

  

Associazioni

 

Socio ordianrio della Associazione degli Urologi Piemontesi e Valdostani (AUP)

Socio ordinario della Società Italiana di Andrologia (SIA)

Socio ordinario della European Society of Sexual Medicine (ESSM)

 


Consulenze, Relazioni, attività scientifica

 

  • Luglio 2000 – Luglio 2001; Coordinatore di studio multicentrico randomizzato sull’impiego della terapia con onde d’urto (ESWT) nella trattamento della Induratio Penis Plastica (IPP);

 

  • Gennaio 2003 - Dicembre 2003; Consulente Urologo per la Staff Italia Srl nell’ambito del corso “Il paziente con deficit erettile: esperienze a confronto”

 

  • Settembre –Ottobre 2003; relatore nell’ambito del corso di aggiornamento per il personale di assistenza “Urgenze ed emergenze in Urologia” – ASL 17

 

  • Dicembre 2003; coadiutore di due tesi di laurea del Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche in ambito uro-andrologico;

 

  • Gennaio 2003 – ad oggi; Consulente Urologo per la Associazione per la Prevenzione e la Cura dei Tumori in Piemonte

 

  • Marzo 2005 – Aprile 2005; titolare del progetto speciale ASL 17 “Corso di aggiornamento per il personale infermieristico UOA Urologia”

 

  • Novembre 2008; Docente evento ECM per il personale di assistenza di sala operatoria “Le competenze ed il lavoro interdisciplinare tra gli operatori del blocco operatorio: cistectomia: indicazioni, tecniche, complicanze”

 

  • Novembre-Dicembre 2008; Docente evento ECM per il personale di assistenza: “Diagnosi, terapia, follow up e qualità di vita nel paziente affetto da carcinoma della prostata: prostatectomia radicale: note tecniche e gestione delle complicanze”

 

 

  • Dicembre 2008; coadiutore di due tesi di laurea del Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche in ambito uro-andrologico;

 

  • Novembre 2009; Docente evento ECM per il personale di assistenza: “Chirurgia della loggia peniena: dove, perché, quando e come”

 

  • Marzo 2012; Responsabile Scientifico e Docente evento ECM (647-26576) “Andrologia e Riproduzione Umana Assistita. Organizzazione e multidisciplinarietà”

 

Pubblicazioni Scientifiche

 

1) A. Moiso, R. Vella, E. Uberti, G. Campana, P. Carbone, A. Tamagnone, D. Randone, O. Sedigh, U. Ferrando, G. Del Noce, M. Laudi, A. Serao, P. Gontero, B. Frea, G. Fontana

La terapia mediante onde d’urto extracorporee nel trattamento della malattia di La Peyronie: risultati di uno studio multicentrico randomizzato versus vitamina E.

GIMSeR 2006; 13: 75-83

 

 

2) Borsa R, Moiso A, Fontana G.

Ultrasonography-guided transrectal prostatic biopsy: indications, methods, complications. Our experience.

Arch Ital Urol Androl. 2002 Dec;74(4):290-1. Italian.
PMID: 12508754

 

 

3) Casetta G, Moiso A, Zitella A, Tizzani A.

Communication between urologist and pathologist. Proposal for the standardization of histological tests requests for neoplasms.

Minerva Urol Nefrol. 2001 Dec;53(4):221-9. Italian.
PMID: 11753250

 

 

4) Casetta G, De Zan A, Moiso A, Zitella A, Viberti L, Tizzani A.

Rare renal tumors (neoplasms other than conventional renal cell carcinoma). Clinico-pathologic aspects and review of the literature.

Minerva Urol Nefrol. 1999 Sep;51(3):149-56. Italian.
PMID: 10638178

 

 

5) Zitella A, Moiso A, De Zan A, Casetta G, Piana P, Tizzani A.

Recurrent calcium oxalate urolithiasis in a man with familial periodic paralysis and hypokalemia.

J Urol. 1999 Jun;161(6):1899. No abstract available.
PMID: 10332462

 

 

6) Casetta G, De Zan A, Vella R, Moiso A, Tizzani A.

Renal multifocal carcinoma with adrenal gland metastasis in a patient previously treated with radical nephrectomy: what kind of therapy. Review of the literature.

Minerva Urol Nefrol. 1997 Dec;49(4):215-7. Italian.
PMID: 9557505

 

 

7) Casetta G, Giammo A, Moiso A, Pacchioni D.

Perirenal immunoblastic lymphoma. Description of a case.

Minerva Urol Nefrol. 1997 Jun;49(2):99-101. Italian.
PMID: 9281084


Comunicazioni congressuali

 

1) G. Casetta, A. Moiso, S. Stancati, A. Zitella, L. Viberti, G. Aimo, C. Terrone, A. Formiconi e A. Tizzoni – ETI BTA TRAK NELLA DIAGNOSI E NEL FOLLOW UP DEI CARCINOMI VESCICALI: CONFRONTO CON LA CITOLOGIA URINARIA – Comunicazione, Congresso Società Urologi Nord Italia, Treviso 1998

 

2) A. Tizzani, G. Casetta, P. Gontero, A. Moiso, A. Zitella, D. Pacchioni, C. Magnani - L’Antigene Nucleare di Proliferazione Cellulare (PCNA) nella prognosi del carcinoma a cellule di transizione (TCC) della vescica: nostra esperienza con un follow up a 5 anni – Comunicazione, Congresso Società Urologi Nord Italia, Treviso 1998

 

3) A. Moiso, R. Borsa, G. Aimè, G. Fontana - Drenaggio per cutaneo ecoguidato delle raccolte pelviche post chirurgia urologia oncologica demolitiva – Poster Discusso, Congresso Società Italiana Urologia Perugia 2002

 

4) G. Fontana, A. MoisoLa calcolosi urinaria oggi. Chirurgia: se e quando proporla – Intervento programmato, Convegno Associazione Urologi Piemontesi, Varallo Sesia 2002

 

5) A. Moiso, G. Aimè, G. Fontana – Il trattamento farmacologico, orale ed intracavernoso, nei pazienti sottoposti a prostatectomia radicale: valutazione dei risultati, complicanze, prospettive future – Comunicazione, Convegno Associazione Urologi Piemontesi, Torino 2003

 

6) A. Moiso, G. Fontana – Gli incidenti in chirurgia urologia: tradizionale, endoscopica, laparoscopica – Intervento programmato in tavola rotonda, sezione vescica e prostata – Congresso Società Urologi Nord Italia, Parma 2004

 

7) A. MoisoInfezioni a partenza dalle vie urinarie, semplici e post-chirurgiche – Intervento programmato, Incontro interdisciplinare sulla sepsi ASL 17, Savigliano 2004

 

8) A. Moiso, G. Fontana – Crioimmunoterapia del carcinoma prostatico – Lettura magistrale in Corso monotematico teorico-pratico della Società Urologia Nuova “Crioablazione transperineale del carcinoma prostatico localizzato”, Ancona 2004

 

9) A. Moiso, G. Fontana - Tavola Rotonda: Risultati della tecnica nerve-sparing e della riabilitazione sessuale: esperienza dei reparti – Intervento programmato, Convegno “Chirurgia nerve-sparing in corso di prostatectomia radicale: aggiornamenti di tecnica chirurgica e percorsi terapeutico-riabilitativi”, Torino 2005

 

10) A. Moiso, P. Polledro, G. Aimè, A. Leone, G. Fontana – L’IMPIEGO DELLA URETRO-TC MINZIONALE CON RICOSTRUZIONE 3D “VOLUME RENDERING” NELLO STUDIO DELLE STENOSI DELL’URETRA ANTERIORE. ESPERIENZA PRELIMINARE – Comunicazione XXIV Congresso Società Italiana di Andrologia, Ancona 2007

 

11) M.T. Filocamo, D. Rosso, A. Moiso, R. Rossi, R. Borsa, G. Ambruoso, G. Cordara, P. Polledro, G. Fontana - RUOLO DELLA BIOPSIA PROSTATICA A “SATURAZIONE” NEI PAZIENTI CON PSA PERISTENTEMENTE ELEVATO, NOSTRA ESPERIENZA. – Comunicazione Congresso Società Italiana Urologi del Nord Italia, Genova 2010

 

12) P. Polledro, R. Borsa, G. Fontana, A. Moiso - TRAUMA COITALE CON ROTTURA SINCRONA DEI CORPI CAVERNOSI E DELL’URETRA: GESTINE CHIRURGICA E REVISIONE DELLA LETTERATURA. – Poster Discusso XXVI Congresso Società Italiana di Andrologia, Roma 2010

 

 

 

13) A. Moiso, D. Rosso, R. Rossi, R. Borsa, G. Cordara, G. Ambruoso, MT. Filocamo, P. Polledro – SEPSI IN VOLUMINOSO ASCESSO PELVICO DA PROSTATITE DA VEIONELLA SPECIES: TRATTAMENTO ENDOSCOPICO MINI-INVASIVO CON OTTIMO RISULTATO ANATOMO-FUNZIONALE A 6 MESI. DESCRIZIONE DEL CASO E REVISIONE DELLA LETTERATURA. – Poster discusso XXVIII Congresso Società Italiana di Andrologia, Torino 2012